Sfoglia il giornale

lunedì 12 aprile 2021

Biden cancella tutti i fondi per la costruzione del muro con il Messico

Doppio schiaffo a Donald Trump da parte del suo successore. Due mosse che vengono incontro alle pressanti richieste della sinistra del Partito democratico Usa. Non solo Biden esclude nuove risorse per completare il muro con il Messico, ma elimina anche i fondi già stanziati e non ancora utilizzati. Il presidente americano chiede comunque 1,2 miliardi di dollari per rafforzare la sicurezza ai confini.


Un'altra promessa mantenuta dal neopresidente, per tentare di riequilibrare una Corte suprema plasmata da Trump e troppo sbilanciata a destra. Il massimo organo giurisdizionale sotto la lente - La commissione, dicono alla Casa Bianca, sarà composta da un gruppo di esperti bipartisan. Tra gli aspetti da valutare, il ruolo della Corte nel sistema costituzionale alla luce dei tempi attuali, la lunghezza del mandato dei giudici costituzionali, attualmente a vita, e il loro eventuale avvicendamento, il numero dei «saggi» che devono comporre la Corte e le regole per la selezione dei casi da prendere in considerazione. In manovra 715 mld per la difesa e 770 tra sanità, istruzione, lotta alla povertà - La manovra presentata da Biden prevede una spesa complessiva di oltre 1.500 miliardi di dollari.

Le risorse che Biden intende chiedere al Congresso per il Pentagono ammontano invece a 715 miliardi, una cifra superiore a quella dell'anno scorso ma inferiore rispetto alle previsioni di Trum. Sono comunque troppi soldi per la sinistra dem, che continua a pretendere una svolta, con un taglio drastico e una volta per tutte al bilancio «monster» della difesa.


#byomar

Nessun commento:

Posta un commento