Sfoglia il giornale

mercoledì 24 febbraio 2021

Napoli stamattina si è svegliata con un intensa nebbia: si tratta della “nebbia di avvezione”

L’accumulo di umidità presentatosi durante la notte, inoltre, è stato dovuto a due fattori che si sono manifestati contestualmente: alta pressione e scarsa ventilazione.

Come si apprende dal sito 3bmeteo.com, la nebbia di avvezione si forma quando l’aria umida e calda passa per avvezione sopra un terreno freddo o sulla superficie del mare, venendo così a sua volta raffreddata. Questo fenomeno è frequente sulle superfici marine, quando l’aria calda di un anticiclone subtropicale incontra alle medio-alte latitudini acqua più fredda.

Alle nebbie d’avvezione appartengono anche quelle che si formano quando aria calda marittima invade durante le ore notturne la terraferma più fredda e le nebbie nei fondovalle, dove, durante la notte, l’aria fredda accumulatasi scende e si deposita lungo i pendii delle montagne.


#byomar

Nessun commento:

Posta un commento