Sfoglia il giornale

martedì 19 gennaio 2021

Stop alle riprese di GOMORRA non fa bene ai giovani

No alle riprese della serie tv Gomorra nella periferia orientale di Napoli. É la richiesta che arriva dall'avvocato Stefano Marzatico, consigliere della VI municipalità del Comune di Napoli. L'esponente di Forza Italia crede sia opportuno non autorizzare altre riprese della produzione Sky tra le strade dei quartieri di Napoli Est. La seguitissima serie tv racconta le dinamiche della camorra nella città di Napoli e, in più occasioni, ha generato dibattiti e polemiche sui rischi di emulazione da parte dei giovanissimi. «Gomorra è oramai diventata un pericoloso fenomeno sociale ed emulativo: ciò credo sia dovuto anzitutto alla durata ed al fatto che non si palesa mai una vittoria dello Stato», afferma Marzatico che spiega: «Farla sul nostro territorio - che ha reali problemi di criminalità organizzata - comporta, com'è ovvio, fenomeni emulativi soprattutto nella fascia di adolescenti, evidentemente affascinati da quel mondo». «È, inoltre, un marchio perpetuo che rende vano il lavoro delle associazioni e delle forze dell'ordine: lavoro volto non solo a contrastare il fenomeno mafioso ma anche a sensibilizzare i giovani su tematiche così complesse» argomenta il consigliere di Napoli Est.  Marzatico ha chiesto al presidente della municipalità di convocare una seduta di consiglio monotematica così da discutere sul rilascio delle autorizzazioni da parte degli uffici del Comune di Napoli e per invitare l'amministrazione centrale a non concedere luoghi pubblici della città per altre riprese. Dunque, ha chiesto ufficialmente che il consiglio municipale «prenda una posizione di chiara denuncia politica o comunque adotti tutte le misure necessarie per fermare le riprese di Gomorra».

#byomar 

Nessun commento:

Posta un commento