Sfoglia il giornale

sabato 16 gennaio 2021

Reddito di cittadinanza anche nel decreto Ristori 5

Il reddito di cittadinanza dovrebbe trovare spazio nel decreto Ristori 5 per il quale sarebbe previsto uno scostamento di bilancio di 32 miliardi, di cui 5 destinati alle misure per il lavoro come la cassa integrazione o il bonus 1.000 euro che dovrebbe andare anche agli stagionali.
Per il reddito di cittadinanza sarebbero stanziate nuove risorse a fronte dell’aumento delle richieste e delle persone in difficoltà per l’emergenza.
Queste risorse si andrebbero ad affiancare ai 4 miliardi che il governo ha previsto fino al 2029 con la manovra e che sarebbero pertanto insufficienti.
Il reddito di cittadinanza d’altronde è servito, e servirà quindi se il decreto Ristori 5 prevede nuove risorse, per le famiglie colpite dalla crisi. Non è un caso che i beneficiari della misura siano aumentati nel 2020 anche per il rinnovo allo scadere delle prime 18 mensilità iniziali.
Se il reddito di cittadinanza trova spazio in termini di risorse disponibili nel prossimo decreto Ristori, ci sarà anche il Reddito di emergenza? Al momento non si sa bene se e in che termini potrebbe essere pensato un reddito di emergenza per il 2021.
Alcune indiscrezioni di qualche giorno fa, al momento non confermate, parlavano di un reddito di emergenza 2021 come proroga delle mensilità già previste, quindi due una per gennaio e una per febbraio, o facendo confluire lo stesso nel reddito di cittadinanza, convogliando i beneficiari del REM tra quelli del reddito di cittadinanza.

Nessun commento:

Posta un commento