Sfoglia il giornale

domenica 10 gennaio 2021

Nuova ordinanza De Luca, “al ristorante solo con la card”. Scatta la protesta: “E’ follia, è contro la Costituzione. Fermatelo”

Nuova ordinanza De Luca, “al ristorante solo con la card”. Scatta la protesta: “E’ follia, è contro la Costituzione. Fermatelo”

Nuova ordinanza De Luca, “al ristorante solo con la card”. Scatta la protesta. “De Luca chiarisca subito lo scopo della fantomatica card sulla vaccinazione anti Covid in Campania.Se, come lo stesso governatore ha lasciato intendere, fosse davvero quello del patentino da esibire per poter accedere a bar, ristoranti, cinema o a qualsiasi altro esercizio pubblico, si tratterebbe di una iniziativa palesemente incostituzionale.

Un’autentica follia
I cittadini devono essere totalmente liberi di poter scegliere se vaccinarsi o meno senza subire condizionamenti o ricatti psicologici.

Dpcm in arrivo. Conte pronto a firmare le nuove restrizioni. Italia super blindata: le regole per fermare la terza ondata
Incoraggiare a vaccinarsi è un conto, discriminare un altro. Differenza abissale nota, almeno per il momento, perfino al supercommissario Arcuri. Attendiamo di sapere se lo sia anche per De Luca”.

Nuova ordinanza per la Campania, De Luca sceriffo avverte tutti: “Verifico i numeri e decido io”
Nuova ordinanza in Campania, tutto chiuso fino a metà gennaio: “Qui facciamo così”. La decisione dei sindaci
Il governatore della Campania Vincenzo De Luca nell’ordinanza numero 1 del 2021 ha autorizzato la riapertura delle scuole d’infanzia e della prima e seconda elementare per tutto il territorio regionale.
A discrezione dei sindaci di ciascun Comune resta la scelta di prorogare la chiusura in caso di situazioni difficili registrate sul territorio. E’ il caso ad esempio dei bambini delle scuole di Marzano Appio, Mignano Monte Lungo e Presenzano che non torneranno lunedì a scuola.

A deciderlo i tre sindaci dei Comuni che fanno parte dell’Istituto Comprensivo Mignano Monte Lungo-Marzano. I sindaci di Marzano Appio (Antonio Conca), Mignano Monte Lungo (Antonio Verdone) e Andrea Maccarelli (Presenzano) hanno deciso di prorogare la chiusura dei plessi e quindi di far continuare la didattica a distanza.

I tre primi cittadini hanno firmato le ordinanze che prevedono la chiusura delle scuole dall’11 fino al 15 gennaio. Nei tre Comuni quindi si dovrebbe tornare a scuola soltanto il prossimo 18 gennaio (sabato 16 e domenica 17 ovviamente già non è prevista didattica).
La decisione è stata rafforzata anche dalla nota della dirigente che ha sottolineato come manchino ancora troppi test per insegnanti, alunni e genitori.
Il provvedimento arriva a pochi giorni anche dall’ordinanza del sindaco di Arienzo. Questi ha addirittura sospeso il rientro a scuola fino al 25 gennaio, in attesa che arrivino buone notizie dai vaccinati e dal calo dei contagi.

Nessun commento:

Posta un commento