Sfoglia il giornale

venerdì 22 gennaio 2021

Maturità, tra pochi giorni si svela la formula per il 2021

Entro il 1° febbraio dovrebbe essere nota l’attesa ordinanza che stabilirà le modalità dell’Esame di Stato. La didattica a distanza non è più una situazione di emergenza come a marzo scorso, ma, malgrado gli enormi sforzi realizzati, non tutto è stato sistemato per il meglio. La seconda, invece, consisterebbe in una prova scritta e in una prova orale. Azzolina ribadisce che sarà un esame serio e allontana le voci di una prova light.

Un punto fermo della nuova maturità sarà il ‘curriculum dello studente’ che farà il suo debutto proprio quest’anno a cinque anni dalla sua approvazione . Sulla maturità lo scontro è anche politico. Il Partito Democratico vuole una prova scritta di italiano per dare maggiore «dignità» all’esame stesso, «non per renderlo più pesante ma più dignitoso, anche per evitare che questi ragazzi vengano marchiati come ‘ragazzi Covid'». Per Fratelli d’Italia «sarebbe grave se anche quest’anno ci fosse un esame di maturità mutilato».

Sulla possibilità di una Maturità light non sono d’accordo nemmeno Lega e Italia Viva. Dal sondaggio condotto da Orizzonte Scuola, emerge che la maggior parte sarebbe favorevole al maxi orale semplificato, vista la situazione di emergenza che stiamo vivendo.

#byomar

Nessun commento:

Posta un commento