Sfoglia il giornale

mercoledì 13 gennaio 2021

Kabir Bedi, 75 anni per la tigre di Mompracem ora tocca a Can Yaman e Luca Argentero

Indimenticabile interprete di Sandokan, della omonima serie tv diretta da Sergio Sollima, che incollò una media di 27 milioni di telespettatori davanti allo schermo, Kabir Bedi,nato il 16 gennaio del 1946 a Lahore, nel Punjab pachistano, spegne il 16 gennaio 75 candeline, ha al suo fianco Parveen Dusanj sua quarta moglie, sposata nel 2016 ma che ama da 10 anni prima, produttrice e ricercatrice. Oggi Kabir vive per gran parte dell'anno a Mumbai, collabora a progetti umanitari come quelli con Care&Share Foundation, manda sempre in tempi di covid, attraverso i social messaggi agli amici italiani di incoraggiamento, gentilezza e fratellanza. La storica miniserie con Bedi in sei puntate vedeva nel cast tra gli altri Philippe Leroy , Carole Andrè , Andrea Giordana, Adolfo Celi. Basti pensare che Kabir riuscì addirittura nell'impresa insolita di far visita agli operai della Mirafiori che lo accolsero tutti con i romanzi di Salgari in mano. Quarantaquattro anni dopo la casa di produzione Lux Vide (don Matteo, Doc Diavoli, Medici) annuncia l'inizio delle riprese della nuova serie-tv, in 8 episodi, inutili i paragoni, poi i tempi sono cambiati: ad interpretare Sandokan sarà l'attore turco Can Yaman, un vero e proprio fenomeno capace di macinare grandi ascolti e milioni di visualizzazioni sui social mentre il ruolo di Yanez sarà interpretato da Luca Argentero. 

#BYOMAR

Nessun commento:

Posta un commento