Sfoglia il giornale

martedì 5 gennaio 2021

Infermiera 41enne muore 48 ore dopo il vaccino Covid

È giallo in Portogallo per la morte di una infermiera 48 ore dopo essersi sottoposta al vaccino anti Covid Pfizer. Sonia Acevedo, questo il nome della vittima, che lavorava nel reparto di pediatria presso l'Istituto nazionale di oncologia a Porto, aveva ricevuto il vaccino il 30 dicembre, non aveva sofferto di effetti collaterali, poi il primo gennaio, a Capodanno, si è verificato improvvisamente il decesso. Per questo la famiglia vuole vederci chiaro. « Voglio sapere cosa ha portato alla sua morte».

Il decesso dell'infermiera è stato confermato anche dall'Istituto di oncologia dove la donna lavorava. « La spiegazione della causa della morte seguirà le normali procedure in queste circostanze». Sonia, che aveva anche due figli, aveva prestato il proprio sevizio presso l'Istituto di riferimento nazionale e internazionale nel trattamento e nella ricerca sul cancro negli ultimi dieci anni. Viveva con la sua famiglia a Maia, vicino a Porto, ma è morta a casa del suo compagno a Trofa, a mezz'ora di macchina a nord della città portoghese.

Il Portogallo ha registrato dall'inizio dell'emergenza sanitaria 7.118 decessi Covid e un totale di 427mila casi, su una popolazione di 10 milioni di abitanti.

Nessun commento:

Posta un commento