Sfoglia il giornale

martedì 15 dicembre 2020

Johnny Deep: Licenziato nel pieno delle riprese

Il divo, che aveva iniziato a girare a Londra il terzo film della saga, è stato licenziato nel pieno delle riprese e sarà rimpiazzato, nel suo ruolo di Grindelwald, da un altro interprete . I fan di Johnny sono in rivolta – tra petizioni e campagne di vario genere – ma non è certo la prima volta che un attore è costretto a cedere a un collega le vesti del proprio personaggio. Nel 2017 ha fatto invece scalpore il caso del premio Oscar Kevin Spacey. Il divo, accusato di aver molestato un minorenne , fu eliminato dal cast di House of Cards e anche letteralmente cancellato dal film Tutti i soldi del mondo.A riempire il suo vuoto arrivò Dax Shepard, nei panni di un nuovo personaggio principale. Quando entrò a far parte del cast di Ally McBeal, nella quarta stagione della serie tv, era già stato più volte arrestato con accuse che riguardavano il possesso e il consumo di stupefacenti. A quel punto, nonostante avesse già firmato per altri otto episodi della serie, fu licenziato dallo show. E il suo personaggio, Larry, fu cancellato.È finita con un licenziamento, nel 2016, pure l’esperienza di Thomas Gibson nella serie Criminal Minds. L’attore fu cacciato dopo un litigio con uno dei produttori, che poi accusò Gibson di averlo preso a calci oltre che a male parole. Una battuta che Gibson si rifiutava di recitare. La scena del parto, alla fine del film, era però troppo esplicita per i gusti dell’attrice newyorkese, che dopo una litigata col regista e sceneggiatore Judd Apatow venne messa alla porta senza troppi problemi.Memorabile, poi, il caso di Ryan Gosling. Una volta ottenuta la parte, Ryan, di sua iniziativa, stabilì che per interpretare al meglio il personaggio doveva prendere una trentina di chili. Due giorni prima delle riprese, il regista lo vide e non fu affatto contento del suo cambiamento di stazza, tanto che lo licenziò in tronco sostituendolo con Mark Wahlberg.

Nessun commento:

Posta un commento