Sfoglia il giornale

sabato 24 ottobre 2020

Proteste a Napoli contro il coprifuoco


Napoli è tornata ad essere una polveriera. All'altezza dell'incrocio con Via Santa Lucia qualcuno ha lanciato bombe carta e fumogeni verso le forze dell'ordine. Il flash mob era stato rilanciato dai social e così da ogni parte del centro di Napoli gruppi di ragazzi e non solo si erano dati appuntamento a largo San Giovanni Maggiore e l'università Orientale di Napoli. Un ferito alla testa ma in maniera lieve tra le forze dell'ordine, ragazzi che lamentano contusioni tra i manifestanti.


«Questa sera abbiamo assistito a veri e propri comportamenti criminali verso le forze dell'ordine. Nessuna condizione di disagio, per quanto umanamente comprensibile, può in alcun modo giustificare la violenza», afferma il questore di Napoli, Alessandro Giuliano. A protestare non sono commercianti e piccoli imprenditori che lo hanno fatto pacificamente in queste ore, sia a napoli che a salerno, ma giovani radunatisi nelle zone tradizionalmente frequentate da universitari e galassia antagonista.

Nessun commento:

Posta un commento