Sfoglia il giornale

martedì 2 giugno 2020

Floyd, a Los Angeles distrutto il ristorante di Bastianich durante le proteste. Lui: «Lo sopporto perché sia fatta giustizia»

Più di 60 le persone arrestate a Saint Paul, in Minnesota, durante una protesta, mentre rimane altissima la tensione nelle diverse città americane. Due persone sono rimaste uccise durante i disordini a Chicago, dove sono scattati anche 60 arresti. «Tutti hanno il diritto di protestare e anche di agire per essere ascoltati - ha aggiunto - mi spiace però che una minoranza di persone sfrutti questi momenti per rubare o spaccare». « Se il costo per dare giustizia a Floyd è un ristorante bruciato, lo sopporto. » Il locale di Bastianich, La Pizzeria Mozza e di Chi Spacca (due parti diverse dello stesso ristorante), è stato quasi distrutto: «Hanno spaccato il vetro e gettato benzina per bruciare gli interni, un disastro - ha raccontato lo stesso chef italo-americano ex giudice di Masterchef Italia - Hanno rubato il vino e gli incassi». «Tutti hanno il diritto di protestare e anche di agire per essere ascoltati - ha aggiunto - mi spiace però che una minoranza di persone sfrutti questi momenti per rubare o spaccare».
«In Europa come negli Usa siamo inorriditi e scioccati dall'omicidio di George Floyd», «un abuso di potere che deve essere combattuto negli Usa e altrove». «Ovunque e nelle società che si basano sullo stato di diritto e il rispetto delle libertà, chi è incaricato di proteggere l'ordine pubblico non usi le sue capacità nello stesso modo in cui si è fatto» negli Usa «arrivando a questa infelice morte». «Siamo d'accordo con il diritto alle manifestazioni pacifiche, condanniamo la violenza ed il razzismo e chiediamo che si eviti un'escalation - ha aggiunto Josep Borrell » .

Nessun commento:

Posta un commento